vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Mezzomerico appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Specialità

Bùsarù

Focaccia di pane con uva fragola

Fidighina

Questo salume a pasta cruda a base di puro suino è un prodotto tipico del Novarese e Vercellese, più in generale della zona orientale della regione...

Questo salume a pasta cruda a base di puro suino è un prodotto tipico del Novarese e Vercellese, più in generale della zona orientale della regione.

Viene preparata con carni di maiale magre provenienti dalla rifilatura del prosciutto (45-65%), grasso del sottogola e della pancetta (30%) e fegato la cui quantità può variare a seconda che si voglia ottenere una mortadella dolce (5-10% di fegato) o piccante (20-25%). Tutti gli ingredienti vengono macinati molto fini e speziati con sale, pepe intero e macinato, vino rosso (Gattinara o Ghemme), zucchero, scorza di limone, cannella, noce moscata, chiodi di garofano e salnitro. L'impasto viene quindi insaccato in budello naturale (suino o bovino, torto o filzetto, oppure bondeana o crespone). Per le forme che pesano più di 1 chilogrammo è utilizzato il bindone di cavallo. Le salamelle sono poi legate e lasciate maturare alcuni giorni, preferibilmente al sole, quindi messe a stagionare per 4-5 mesi a seconda del peso e dell'impasto. Alcuni produttori le affumicano o le conservano sotto grasso: in questo caso si possono mangiare crude, altrimenti devono essere cotte.

Gorgonzola

Si dice abbia avuto origine nell'omonimo paese intorno al 1100. Da allora viene prodotto in tutta la pianura e la collina lombarda dove le "marcite" hanno per secoli creato l'ambiente ideale per la sua produzione. Eppure da Milano, l'epicentro produttivo di questo formaggio, si è via via spostato nel Novarese, oggi sede del Consorzio di tutela della DOP...

Si dice abbia avuto origine nell'omonimo paese intorno al 1100. Da allora viene prodotto in tutta la pianura e la collina lombarda dove le "marcite" hanno per secoli creato l'ambiente ideale per la sua produzione. Eppure da Milano, l'epicentro produttivo di questo formaggio, si è via via spostato nel Novarese, oggi sede del Consorzio di tutela della DOP.

Formaggio di latte vaccino intero, meglio se crudo, a pasta cruda molle o cremosa con erborinatura ottenuta mediante foratura della forma per favorire l'attacco da parte di muffe del genere Penicillium, talvolta spontaneo talvolta con innesto selezionato. Il metodo di produzione può anche essere a due paste ovvero due forme sovrapposte in modo che il punto di separazione/contatto costituisca ideale esca per le muffe dell'ambiente. Il tipo naturale è cremoso in bocca e piccante, con muffe abbondanti e azzurre, di gusto forte e deciso. Matura in grotte naturali per 90-120 giorni. Quello dolce differisce dal precedente per una pasta più molle e paglierina, con muffe verdi rade e sapore più dolce. Si ottiene con tecniche che favoriscono una più rapida acidificazione e con l'innesto di ceppi di muffe diverse e matura per non più di 60 giorni. Ottimo anche come ingrediente di ricette classiche e di fantasia. La crosta è rossiccia e commestibile.

Marzapòn

Il marzapane era ed è il primo prodotto ricavato dalla macellazione del maiale: il suo sangue fresco mischiato al latte non scremato, con aggiunta di sale, aromi naturali, grassetti di maiale, soffritto di cipolle e gli immancabili pinoli, ne fanno un prodotto unico e dal gusto arcaico.

Salòm dla duja

Caratteristico delle province di Novara, di Vercelli e della zona della bassa val Sesia, è un salame conservato sotto strutto a base di carni magre scelte (coscia, culatello), coppa, grasso di pancetta o di lardo macinate grossolanamente e condite con sale, pepe, aglio e Barbera...

Caratteristico delle province di Novara, di Vercelli e della zona della bassa val Sesia, è un salame conservato sotto strutto a base di carni magre scelte (coscia, culatello), coppa, grasso di pancetta o di lardo macinate grossolanamente e condite con sale, pepe, aglio e Barbera.

Il preparato è insaccato in budello torto di manzo a formare dei salami lunghi 15-20 centimetri e di circa 5 di diametro che vengono lasciati asciugare in un luogo fresco e aerato per 3 giorni, poi maturare per circa un mese. Dopo la maturazione, sono messi nella dujia, recipiente di terracotta, e coperti con strutto fuso che, solidificandosi, li mantiene morbidi e li conserva più a lungo. La stagionatura in grasso, che conferisce il sapore piccante al salame, dura per almeno 8-9 mesi.

Il salam d' la dujia è un ingrediente base della paniscia, tipico risotto piemontese e viene consumato fresco tagliato a fette.